Progettazione centro benessere – Dove ristorare il proprio corpo

Progettazione centro benessere – Dove ristorare il proprio corpo

Progettazione centro benessere – Dove ristorare il proprio corpo
La progettazione centro benessere ha come obiettivo principale quello di creare un luogo dove chiunque riesca a riposare il proprio corpo, puntando anche ad una migliora del proprio aspetto. Alla base di questo ambiente c’è sicuramente il mobilio: tutto ciò che compone l’arredamento deve dare l’idea di professionalità e igiene in primis, mentre la loro disposizione dovrà aiutare sia i professionisti che lavorano sia, ovviamente, i clienti stessi.

La costante ricerca della bellezza

Nel momento in cui un cliente si trova all’interno di un centro benessere, tutto ciò che lo circonda deve ricordagli un’unica idea: quella di bellezza, ciò che vuole ottenere utilizzando i servizi del luogo. La progettazione centro benessere deve proprio sottolineare questo, sfruttando i banchi, i lettini, le poltrone, le decorazioni e l’intero arredamento per esprimere classe e buon gusto. Un ambiente piacevole e ricco di confort persuade i customers a tornare, alimentando la fidelizzazione e migliorando, di conseguenza, i propri affari, oltre a facilitare anche l’acquisizione di nuovi consumatori.

I pezzi immancabili

Nella progettazione centro benessere ci sono dei mobili che non possono ,e non devono, assolutamente mancare; tra questi non si può non nominare il lettino per massaggi. Le caratteristiche che si devono ricercare nel lettino giusto sono molte e tra queste possiamo trovare:

• la lunghezza dovrebbe attestarsi intorno i 190 centimetri (senza poggiatesta), mentre la larghezza intorno gli 80 centimetri, in modo da poter gestire tutti i tipi di corporature
• il poggiatesta ha una doppia funzione: la possibilità di aumentare ulteriormente la lunghezza del lettino, ma soprattutto facilitare la comodità del cliente; molti di questi hanno infatti un foro poggia viso, in modo che il benessere sia sempre assicurato anche con la schiena rivolta verso l’alto
• bisogna tenere conto del peso, soprattutto all’interno di quei centri benessere che hanno necessità di spostare i lettini: una struttura in base di alluminio si attesta intorno ai 15 chilogrammii
• lo schienale regolabile è un surplus molto importante nell’attività dei massaggi, dando la possibilità di muovere il cliente nelle posizioni più adatte
• i lettini più utilizzati possiedono il cosiddetto pannello reiki: si tratta di un piccolo pannello solitamente posto tra le due gambe che permette al massaggiatore di posare le gambe sotto lo stesso lettino, in modo che anche lui possa essere nella situazione più confortevole possibile
• i materiali della struttura devono essere resistenti, ma contemporaneamente non devono rendere il lettino ingombrante e pesante: i più venduti sono quelli in alluminio, ma anche il legno è adatto per questa tipologia di oggetti.

Un altro mobilio molto importante all’interno di un centro benessere è la cosiddetta poltrona multifunzionale: possiede uno schienale facilmente posizionabile a diverse altezze, in modo che possa coprire più mansioni, dal massaggio ai trattamenti per viso e corpo. Tra i surplus possono presentare il porta rotolo per la carta utilizzata per coprire la stessa poltrona durante i servizi e la possibilità di installare una lampada per i lavori più di precisione come la pulizia del viso o correggere il trucco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *