Postazione lavoro parrucchiere – I ferri del mestiere

Postazione lavoro parrucchiere – I ferri del mestiere

Nella postazione lavoro parrucchiere all’interno di una bottega, possiamo trovare una serie di strumenti che il nostro barbiere o coiffeur ha imparato ad utilizzare come fossero delle appendici delle loro stesse mani: forbici, phon, pettini, tinte sono solo una piccola parte dei numerosi oggetti che possono essere utilizzati, per esempio, durante un taglio di capelli. La postazione lavoro parrucchiere, però, comprende anche tutto quel mobilio che ha una valenza funzionale durante un servizio, come il lavabo dove sciacquare i capelli del nostro cliente oppure la poltrona dove avviene il tutto.

La cura della testa – i lavaggi

Come per gran parte del mobilio destinato ad un salone di parrucchieri, anche per i mobili lavandino ci sono diverse tipologie di scelta: se sono postazioni singole, si possono trovare poltrone, o semplici tipologie di sedute come sedie, annesse a strutture in metallo, plastica o alluminio anodizzato, alle cui estremità possiamo trovare il lavabo, solitamente una “vaschetta” bianca, movibile verso il basso o l’alto a seconda dell’altezza del customer, con una forma che possa facilmente adattarsi al collo dei clienti per evitare che l’acqua possa bagnarne i vestiti; i lavabi a blocco, invece, sono di solito composti da due o più sedute all’interno di un’unica struttura. I lavabi vanno poi, ovviamente, allacciati all’acqua corrente, per poi scegliere il miscelatore migliore per i nostri rubinetti: i monocomandi sono senza dubbio i più utilizzati per la facilità con cui è possibile regolare la temperatura dell’acqua utilizzando anche solo una mano.
L’idea del salone come non solo un luogo dove potersi sistemare i capelli, ma come un vero e proprio rifugio di bellezza ha toccato anche il design dei mobili lavandino all’interno della postazione lavoro parrucchiere. I confort possono essere molti, il più utilizzato è sicuramente la possibilità di avere un massaggio shiatsu grazie a delle poltrone che hanno incorporate delle teste massaggianti capaci di regalare una morbida stimolazione al cliente seduto durante uno shampoo. Solitamente con dei programmi precedentemente impostati da durata variabile, la postazione è facilmente attivabile attraverso un telecomando a distanza.

Dove posizionare i nostri oggetti – le mensole da lavoro

In ogni postazione lavoro parrucchiere che si rispetti sono presenti delle mensole da lavoro, elementi imprescindibili nell’arredo di un salone. Essenzialmente, sono presenti due tipologie di mensole: quelle a muro, più classiche e adatte per chi vuole ottimizzare lo spazio del proprio salone, oppure quelle a isola, molto più estetiche, ma allo stesso tempo decisamente più ingombranti.
Come gli altri pezzi di arredo, è importante che anche le mensole siano in linea con lo stile e il gusto del parrucchiere, in armonia con il resto del salone da lui costruito. Per esempio, un barbiere giovane con una bottega appena aperta potrebbe apprezzare di più delle mensole a parete, adatte come già detto a guadagnare dello spazio, ma contemporaneamente sono funzionali e non distolgono l’attenzione da altri fattori. Ad una clientela un po’ più ricercata invece, spazio permettendo, potrebbero piacere le isole a quattro o più posti: un grande tavolo quadrato con quattro specchi ovali, uno per lato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *