L’arte di arredare – poltrone parrucchiere

L’arte di arredare – poltrone parrucchiere

L’arte di arredare – poltrone parrucchiere
Le sedute, in particolare le poltrone dove far accomodare i propri clienti, sono tra i primi acquisti necessari per avviare un salone di parrucchieri. Nella loro semplicità, hanno un ruolo fondamentale: devono assicurare comodità al consumatore, ma allo stesso tempo devono garantirla anche e soprattutto al parrucchiere che deve muoversi intorno a queste, potendole sfruttare al meglio per fare un lavoro certosino. Le poltrone, inoltre, devono essere presenti nell’area di attesa dei customers, anche se qui la possibilità di scelta è più ampia grazie alla presenza di panche, sedie o divani adatte quanto le poltrone. Per scegliere la poltrona più adatta bisogna tenere conto di almeno due fattori: in primis il budget, poi lo stile del salone; l’arredamento deve essere infatti il più ordinato ed armonico possibile, stando ovviamente nel giusto rapporto qualità/prezzo.

L’importanza della comodità

Tra le caratteristiche più importanti delle poltrone parrucchiere c’è sicuramente la possibilità di regolare l’altezza del cliente, sfruttando così una corretta posizione di lavoro. In un modello estensibile, le diverse altezze vengono regolate grazie a una piccola pompa idraulica a leva, solitamente posizionata vicino la base della sedia, in modo che il barbiere o il coiffeur possa utilizzarla in tutta comodità attraverso il suo piede.
La comodità è essenziale anche nelle sedute poste all’interno della zona dove i clienti attendono il proprio turno, un’area di estrema importanza all’interno dell’economia di un salone. In primis, devono essere in un numero adeguato, né poche né troppe, in modo che nessuno debba attendere in scomodità, ma allo stesso tempo che non occupino troppo spazio che potrebbe essere dedicato ad espositori, attrezzi o altro. Sedie, poltrone, divani o addirittura panche sono adatte, fondamentale che siano però confortevoli: imbottite o meno, con schienale o no, con strutture in acciaio o legno, ce ne sono davvero di tutti i gusti e per tutte le tasche; spesso sono accompagnati da tavolini, dove in particolare il pubblico femminile apprezzerà la presenza di riviste di cronaca rosa.

Poltrone per lei & poltrone per lui

Create appositamente per questa professione, le poltrone parrucchiere possono essere differenziate a seconda del sesso del cliente oppure essere studiate sia per uomini che donne in ugual modo; a livello di design, possiamo trovarne di svariati tipi: seduta a calice, seduta a pozzetto, struttura in metallo o in alluminio o ancora in resina, con rivestimenti che possono cambiare dalla pelle, al similpelle o alla classica stoffa; alcune sono ornate da ulteriori dettagli, come intarsi in legno o portaoggetti. Le poltrone da barbiere mostrano qualche differenza rispetto a quelle dedicate alle signore: il poggiatesta e il poggiapiedi, insieme allo schienale reclinabile, permettono al parrucchiere di essere in una posizione ideale per la rasatura della barba dei propri clienti, riuscendo a raggiungere tutti i punti del viso con il rasoio senza alcun tipo di difficoltà. Lo schienale reclinabile lo troviamo spesso anche sulle poltrone da parrucchiere unisex: oggigiorno i saloni coadiuvano frequentemente la cura dei capelli al reparto di estetica, necessitando quindi della stessa comodità dei barbieri per le operazioni di trucco, pedicure, massaggi, trattamenti esfolianti e simili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *